Vi saremmo molto grati se voleste sostenere finanziariamente gli scopi della Fondazione Svizzera del Rene.

La vostra donazione

Vi saremmo molto grati di voler sostenere finanziariamente i progetti della Fondazione Svizzera del Rene.

Grazie per trasferire la vostra donazione con una nota esplicativa sul conto bancario:
Schweizerische Nierenstiftung,
3082 Schlosswil
IBAN: CH22 0900 0000 6038 5443 2
BIC: POFICHBEXXX

Riceverete una ricevuta di donazione per ogni donazione.

 

Donazione funebre

Avete perso una persona cara, e nell’annuncio funebre volete invitare le persone in lutto a fare una donazione a nostro favore.

Per favore procedete nel modo seguente:
Contattateci via email o per telefono e forniteci le seguenti informazioni:

  • il vostro indirizzo
  • il nome della persona deceduta

Nell’annuncio funebre inserite se possibile la seguente nota:
“Al posto di fiori vogliate fare un’offerta alla Fondazione Svizzera del Rene,
3082 Schlosswil “

IBAN: CH22 0900 0000 6038 5443 2

Nota: In memoria “Anna Rossi”.

In memoria

Volete fare una donazione alla Fondazione Svizzera del Rene a seguito di un decesso.

Per consentirci di assegnare correttamente la vostra donazione, vi chiediamo di annotare sulla polizza di versamento la finalità e l’indirizzo della famiglia del defunto. Questo ci permetterà di informare i familiari sull’avvenuta donazione.

Esempio: spazio per comunicazioni / finalità del pagamento:
Morte di Mario Rossi – Indirizzo funebre: Anna Rossi, Mustergasse 18, 5000 Aarau

Colletta

Forse volete sostenerci con il denaro raccolto dopo la celebrazione delle esequie in chiesa.

Dopo la celebrazione delle esequie, l’amministrazione della Chiesa può versare la somma raccolta sul nostro conto donazioni
IBAN: CH22 0900 0000 6038 5443 2. L’amministrazione della Chiesa è pregata di indicare la finalità e l’indirizzo della famiglia del defunto in modo che possiamo ringraziare della donazione.

Grazie di cuore.

Diciamo grazie!

Un sentito grazie a queste aziende e istituzioni per il loro generoso sostegno alla Fondazione Svizzera del Rene.